Ha qualche domanda? Contattateci

I nuovi deck delle divinità egizie 2021: Slifer il Drago del Cielo e Obelisk il Tormentatore

I deck delle divinità egizie vengono rilasciati da quest’estate rilascia un prodotto in coppia per quanto riguarda gli structure deck: uno rosso (Slifer) e uno blu (Obelisk) per accontentare un po’ tutti i giocatori di Yu-Gi-Oh!

Dopo il successo dello structure deck a tema bestie sacre che è andato a ruba, questa volta è il turno delle 2 divinità egizie che piacciono di più, Slifer, legato al personaggio di Yugi, e Obelisk, legato al personaggio di Kaiba.

deck delle divinità egizie

E’ stato un dovere diciamo da parte di Konami rilasciare questi 2 deck delle divinità egizie in quanto l’unica divinità supportata con carte a tema era stata quella gialla (il Drago Alato di Ra) con le espansioni da 5 carte prima di Millenium Pack (MIL1) e poi con il set totalmente dedicato a Marik (il personaggio che sfrutta Ra), Duellanti Leggendari: Rabbia di Ra (LED7), che contiene come punta di diamante la versione ghost del Drago Alato di Ra. Chissà se gli structure di Slifer e Obelisk siano solo l’inizio e Konami ci riservi in futuro una stampa ghost anche delle altre 2 divinità. Andiamo ora ad analizzare i nuovi supporti carta per carta di ognuno dei 2 deck.

Deck delle divinità egizie: Slifer il Drago del cielo

Il mazzo contiene 40 carte, 4 ultra rare, 4 super rare e 32 comuni.

Il boss monster è ovviamente Slifer, che per chi non lo sa ha il seguente effetto: Richiede 3 Tributi per essere Evocato Normalmente (non può essere Posizionato Normalmente). L’Evocazione Normale di questa carta non può essere annullata. Quando viene Evocato Normalmente, non possono essere attivate carte o effetti. Una volta per turno, durante la End Phase, se questa carta è stata Evocata Specialmente: mandala al Cimitero. Guadagna 1000 ATK/DEF per ogni carta nella tua mano. Se uno o più mostri vengono Evocati Normalmente o Specialmente sul Terreno del tuo avversario in Posizione di Attacco: quei mostri perdono 2000 ATK, poi, se come risultato il loro ATK è stato ridotto a 0, distruggili.

La prima carta di supporto è una magia rapida ‘Incrocio di anime’ che permette di evocare la divinità tributando i mostri avversari, ma ci da la limitazione di poter attivare solo una carta o effetto per il resto del turno.

Altra magia rapida è ‘attacco forza del tuono’ che se controlliamo Slifer possiamo distruggere tutti i mostri scoperti controllarti dall’avversario e se la attiviamo in main phase peschiamo anche carte pari al numero di mostri distrutti; anche qui ne consegue una limitazione: possiamo attaccare solo con 1 mostro in quel turno. La carta è molto forte perché non può essere negata.

Poi abbiamo la trappola continua ‘Divinità bestia-finale’, che può evocare una divinità dal cimitero in difesa scartando una magia/trappola quando l’avversario ci attacca e l’attacco poi viene reindirizzato sulla divinità. Ha un altro effetto: in end phase se controlliamo una divinità possiamo distruggere tutte le carte scoperte sul terreno avversario che hanno attivato il loro effetto in questo turno.

Primo mostro di supporto in questo deck delle divinità egizie è ‘cercatore del millennio’, che ha il seguente effetto: Quando subisci 1000 o più danni da combattimento o da effetto: puoi Evocare Specialmente questa carta dalla tua mano. Puoi scegliere come bersaglio 1 mostro nel Cimitero del tuo avversario, eccetto un mostro con ? ATK; il tuo avversario può selezionare 1 mostro dal suo Deck, eccetto un mostro con ? ATK. Se sceglie di non farlo, o se il mostro scelto come bersaglio ha ATK superiore a quello del mostro selezionato, Evoca Specialmente il mostro scelto come bersaglio sul tuo Terreno e, se lo fai, rimischia il mostro selezionato nel Deck. Altrimenti, il tuo avversario aggiunge il mostro selezionato alla mano. Puoi utilizzare ogni effetto di “Cercatore del Millennio” una sola volta per turno.

Il secondo mostro di supporto in questo deck delle divinità egizie è ‘tellus l’angelo piccino’, un mostro che genera segnalini, 1 quando va al cimitero e 2 quando viene bandito assieme ad una magia. Anche lui ci limita potendo poi evocare solo dalla mano.

Il mazzo è poi supportato da molte ristampe di ottime carte sia per la strategia che ‘staple’, come ‘respingi melma’, ‘spaccacielo fantasma’, ‘spolerino dell’arpia’, ‘spada rivelatrice’, ‘mostro resuscitato’, ‘cupidigia insaziabile’ e tante altre.

Deck delle divinità egizie: OBELISK

Il mazzo contiene 40 carte, 4 ultra rare, 4 super rare e 32 comuni.

Il boss monster è Obelisk il Tormentatore, che per chi non lo sa ha il seguente effetto: Richiede 3 Tributi per essere Evocato Normalmente (non può essere Posizionato Normalmente). L’Evocazione Normale di questa carta non può essere annullata.

Quando viene Evocato Normalmente, non possono essere attivate carte o effetti. Nessun giocatore può scegliere come bersaglio questa carta con gli effetti delle carte. Una volta per turno, durante la End Phase, se questa carta è stata Evocata Specialmente: mandala al Cimitero. Puoi offrire come Tributo 2 mostri; distruggi tutti i mostri controllati dal tuo avversario. Questa carta non può dichiarare un attacco nel turno in cui viene attivato questo effetto.

La prima magia di supporto in questo deck delle divinità egizie è in comune con il mazzo di Slifer ed è ‘Incrocio di anime’, essendo generica ed utilizzabile per qualsiasi divinità.

Poi c’è la magia rapida esclusiva di questo deck delle divinità egizie ‘pugno del fato’, che controlliamo Obelisk annulla l’effetto e distrugge un mostro scoperto dell’avversario. Se poi la attiviamo in main phase possiamo distruggere anche tutte le magie e trappole dell’avversario. Anche questa carta, come ‘attacco forza del tuono’ per Slifer, non può essere annullata.

Un’ altra magia è ‘evoluzione divina’, che ci permette di dare 1000 punti extra a una divinità e i suoi effetti non potranno essere negati. Inoltre quando il mostro sotto l’effetto di ‘evoluzione divina’ attacca, l’avversario deve mandare un mostro che controlla al cimitero. Anche questa magia non può essere negata.

La nuova trappola in questo deck delle divinità egizie è ‘muro resisti livello’, che ci fa evocare mostri dal mazzo la cui somma dei livelli sia pari a quella di un mostro distrutto in battaglia o da effetto.

L’unico mostro nuovo del deck delle divinità egizie è ‘Angelo 01’, che si può evocare specialmente dalla mano rivelando un mostro di livello 7 o superiore. Altro effetto fortissimo è che quando è sul campo ci da diritto ad un’evocazione di turno aggiuntiva.

Per quanto riguarda le ristampe troviamo carte come ‘mare mare’, ‘cyber drago’, ‘ discepolo di ra’, ‘spolverino dell’arpia’ , la triade dei proibiti (calice, lancia e abito) e altre ancora.

Spero di avervi dato tutte le informazioni fondamentali per quanto concerne questi 2 nuovi deck delle divinità egizie e adesso a voi la scelta: team Slifer o team Obelisk?

Davide “Duzzi” Lenarduzzi

Un commento su “I nuovi deck delle divinità egizie 2021: Slifer il Drago del Cielo e Obelisk il Tormentatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *